La pandemia in Italia rallenta. I dati sui contagi sono in costante miglioramento e c’è chi già comincia a sperare nella zona bianca. Il dato da tenere in considerazione è l’incidenza settimanale, cioè il numero di casi per 100mila abitanti. I numeri a livello nazionale sono generalmente rassicuranti, ma tre Regioni fanno registrare dati significativi: Friuli, Sardegna e Molise hanno un’incidenza inferiore a 50. Si tratta di un livello da zona bianca, che – secondo le leggi in vigore – scatterebbe alla terza settimana consecutiva con questi numeri. La decisione in ogni caso spetterà al governo.

Friuli, Sardegna e Molise hanno un’incidenza così bassa da due settimane e, verosimilmente, dovranno attendere almeno altri 7 giorni prima di poter passare nella “zona” con il minor numero di restrizioni anti-contagio. Altre tre Regioni sono in scia, Liguria (50), Veneto (55) e Abruzzo (56), e si candidano a passare in zona bianca nelle prossime settimane. Tenendo in considerazione i dati della settimana appena conclusa, ci sono ben 16 Regioni e due Province autonome sono sotto la soglia di 100. Tutti dati che, in ogni caso, dovranno passare dalle indicazioni della Cabina di regia (che prende in considerazione l’incidenza dal venerdì al giovedì) e dalla riforma degli indicatori.