Le nostre convinzioni sono verità assunte. Sono le nostre dichiarazioni interiori su noi stessi in cui siamo emotivamente coinvolti. Ci hanno plasmato e probabilmente all’insaputa di molti di noi sono stati con noi fin dall’infanzia.
Raccolti quasi per osmosi da coloro che hanno avuto maggiore influenza su di noi nei nostri anni formativi. Le nostre convinzioni sono come una corrente sotterranea nascosta che ha influenzato gran parte di ciò che siamo oggi.

Le convinzioni auto-limitanti sono quelle che hanno il maggior potenziale di impatto negativo su di te per raggiungere il tuo pieno potenziale. Sviluppiamo convinzioni limitanti per proteggerci dal dolore futuro.

Di solito si sviluppano [nei nostri anni formativi] in risposta a esperienze dolorose. Da queste esperienze creiamo la nostra generalizzazione sulla vita, spesso distorta.Queste generalizzazioni diventano profondamente radicate nel nostro subconscio e poi si manifestano come convinzioni limitanti che influenzano gran parte di ciò che pensiamo, diciamo e facciamo.

Quando permettiamo alle nostre vite di essere plasmate da queste convinzioni limitanti, i comportamenti che adottiamo rafforzano le nostre convinzioni e così diventiamo esperti nel creare le nostre profezie che si autoavverano.

Osserva ogni bambino “stimolante” nella tua scuola e vedrai esattamente come una convinzione auto-limitante può diventare una profezia che si autoavvera. Se quel bambino ha una convinzione limitante di fondo di essere inutile, adotterà comportamenti negativi che lo inducono a essere castigato dagli altri.

Le risposte che riceve dagli altri servono solo ad alimentare la sua convinzione di essere inutile e quindi nella sua mente, la convinzione si è dimostrata giusta e continua a perpetuare il circolo vizioso di pensieri, convinzioni e comportamenti negativi. Se lasciate incontrastate, queste convinzioni possono continuare a influenzare il bambino (consciamente o inconsciamente) per il resto della sua vita.

Mentre molte delle nostre convinzioni su noi stessi si formano man mano che cresciamo, possiamo rafforzare queste vecchie convinzioni auto-limitanti o svilupparne di nuove nel corso della nostra vita che ci trattengono nelle nostre vite e nei nostri ruoli.

Tuttavia, la buona notizia è che, al contrario, è anche possibile abbandonare queste vecchie convinzioni e sviluppare nuovi modi di pensare e comportarsi più favorevoli che possono, a loro volta, aiutare a creare una narrazione più positiva per noi stessi.

La formula del successo è di facile applicazione. Basta far uso del linguaggio, verbale e non verbale, capace di produrre effetti positivi sulle nostre emozioni, sui nostri atteggiamenti e più in generale sulla nostra vita.

Per sfruttare a nostro vantaggio il ciclo di cambiamento delle convinzioni, dobbiamo prestare attenzione alle posture che assumiamo, alle modalità sensoriali che ci circondano e alle sensazioni che proviamo mentre attraversiamo le fasi del ciclo della nostra vita.
Per ogni fase, memorizziamo i gesti, la nostra respirazione, la luce e i suoni in cui siamo immersi, e concentriamoci su come ci sentiamo: questi sono i dettagli che caratterizzano il nostro stato interno in quella precisa fase.

Una volta che siamo consapevoli dei nostri stati interni in ogni fase, quello che dobbiamo fare è semplicemente ricrearli ogni volta che vogliamo percorrere il ciclo per trasformare una convinzione limitante in potenziante.
Con l’esercizio diventeremo abili a farlo in modo naturale e spontaneo: basta allenarsi!