Un applauso a Carla Fracci è stato fatto alla fine del brano eseguito dopo l’omelia del suo funerale nella chiesa di San Marco a Milano- stando alle ultimissime Ansa- Sono scoppiati in lacrime il marito Beppe e il figlio Francesco, che hanno ascoltato le parole di monsignor Gianni Zappe seduti con i nipoti e la sorella dell’étoile tenendosi per mano. Il marito della grande danzatrice Beppe Menegatti, é stato tra i primi ad arrivare in chiesa. Sorretto dagli altri familiari ha avuto la forza di lanciare un suo messaggio: “Abbiate cura del Teatro, della Scala – ha detto – e soprattutto della danza che è sempre più viva ed è tra le bellezze che salverà il mondo”.

Tra i presenti, il ministro della cultura Dario Franceschini e tanti colleghi di lavoro di Carla Fracci, ex ballerini, come Bruno Bescovo, e le nuove stelle tra cui Roberto Bolle, Martina Arduino e Nicoletta Manni. Numerosissime le corone di fiori Nella chiesa di San Marco, vicina all’abitazione di Carla Fracci, fu eseguito per la prima volta il Requiem di Verdi nel 1874.

 

Fonte: Ansa