Un anno e mezzo di reclusione per guadagnare novanta euro. E’ andata male a un 47enne di San Sebastiano al Vesuvio che è stato condannato dal Tribunale di Avellino (giudice Sonia Matarazzo) a un anno e mezzo di reclusione, seicento euro di multa e al pagamento delle spese legali. La vicenda risale al 2019, quando il 47enne spende tredici euro in una macelleria di Pratola Serra, pagando con una banconota dal 100 euro e tre monete da un euro, ottenendo quindi novanta euro di resto. Il commerciante scopre poco più tardi che la banconota è falsa.

Assistito dai suoi legali Ennio Napolillo e Federica Renna, presenta denuncia e ricostruisce minuziosamente la vicenda e il profilo del 47enne. Così le forze dell’ordine riescono a identificarlo e comincia il processo. Oggi l’epilogo con la condanna. Il 47enne non potrà neanche ottenere il beneficio della pena sospesa, perché recidivo.