Le Guardie Giurate Venatorie e Zoofile del WWF ITALIA mentre svolgevano un appostamento antibracconaggio nel territorio del comunque di Pollena Trocchia, si sono imbattuti in un vero e proprio “lager” di cani maltrattati. Il coordinatore Provinciale del nucleo delle Guardie Giurate del WWF, Bruno Cajano, ha subito chiamato l’Asl, i carabinieri e i vigili del fuoco per procedere con i deferimenti ed i sequestri. Il risultato finale è che su 10 cani totali presenti, 3 erano liberi e sono lasciati tali perché non recuperabili. Sette cani, di cui solo due provvisti di microchip, erano gravemente denutriti, senza acqua, che vivevano nelle loro feci. Uno in particolare non curato con seri problemi di pelle era lasciato a morire. C’è da evidenziare che tutto intorno vi era una vera e propria discarica di rifiuti.

Quindi sono scattate 2 denunce con successive verifiche sui titoli di proprietà del terreno da parte degli organi competenti e verifica di eventuali porto di armi (i cani erano tutti da caccia).m Gli animali, 7 in totale, sono affidati al sindaco di Pollena Trocchia e portati in canile purtroppo per le prime e doverose cure. “Il cane gravemente ammalato alla nostra vista – ha dichiarato Alberto Alberti, Guardia Giurata Venatoria e Zoofila del WWF, presente durante il servizio – ha cominciato a piangere. È stato commovente”. Un grazie di cuore viene rivolto ai Veterinari del pronto intervento dell’Asl Napoli 3 sud, ai Carabinieri Forestale di Ottaviano ed ai Vigili del Fuoco.