“Abbiamo avuto il piacere di ospitare, qualche anno fa, Carla Fracci a San Gennaro Vesuviano. Oggi ci lascia una grande artista e donna meravigliosa, un vanto per l’Italia nel mondo”. Lo ha scritto il sindaco, Antonio Russo, ricordando la visita all’Ars Nova Danza della più grande ballerina italiana. Carla Fracci si è spenta oggi a 84 anni dopo una lunga malattia. Per anni, nonostante la sua grandezza, sempre vicina a tutte le realtà perché la danza era per lei vita e credere in tutti.
Regina della Scala, star dei palcoscenici più importanti, era amatissima a Napoli e al San Carlo dove tornava spessissimo, l’ultima in occasione del suo ottantesimo compleanno. In città tanti amici cari e tanti ricordi. Qui aveva diretto la compagnia sancarliana alla fine degli anni Ottanta forte anche di un legame particolare con Eduardo De Filippo. Con lui in scena, danzò Filumena Marturano a Roma al Teatro Tenda, nel ’78. E lui, nell’occasione, prestò la poltrona usata dalla sorella Titina. In seguito quella piéce è diventata uno spettacolo.