Razzo cinese, c’è una circolare della Protezione civile della Campania che dalla mezzanotte e fino alle 6 di domenica mattina attiverà la sala operativa regionale in fase operativa di attenzione. Visto il comunicato del dipartimento di Protezione civile su informativa dell’Agenzia spaziale italiana che ha annunciato il rientro incontrollato in atmosfera del secondo stadio del vettore PRC CZ5B all’interno della fascia di dispersione che comprende anche la Campania, la Protezione civile della Campania «consiglia di stare lontani dalle finestre e porte vetrate» pur riconoscendo com’è poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici. «I frammenti impattando sui tetti degli edifici potrebbero causare danni, perforando i tetti stessi e i solai sottostanti, determinando anche pericolo per le persone – è scritto ancora nella nota – Non disponendo informazioni precise sulla vulnerabilità delle singole strutture, si può affermare che sono sicuri i piani più bassi degli edifici».

«Alcuni frammenti di grandi dimensioni – chiosa la Protezione civile – potrebbero sopravvivere all’impatto e contenere idrazina. In linea generale, si consiglia a chiunque avvistasse un frammento di segnalarlo alle autorità competenti, senza toccarlo e mantenendosi a una distanza di almeno 20 metri».