fbpx
Home Notizie Procura di Novellara: si indaga per omicidio sul caso di Saman Habbas

Procura di Novellara: si indaga per omicidio sul caso di Saman Habbas

E’ trascorso un mese dalla scomparsa di Saman, la ragazza di diciotto anni pakistana che vive nel Reggiano, a Novellara. Nelle ultime ore la novità più importante: si indaga per omicidio mentre è al vaglio un video. Le indagini coordinate dalla Procura di Reggio Emilia condotte dai carabinieri del Comando Provinciale- Stando agli ultimi aggiornamenti Ansa- non si esclude che ci siano degli indagati tra i familiari di Habbas Saman,  la giovane ragazza che ancora minorenne si rivolse ai servizi sociali. Padre e madre, 43 e 46 anni, erano stati denunciati a gennaio con l’accusa di costrizione e induzione al matrimonio. Era intenzione di marito e moglie di destinare la figlia a un cugino connazionale, tramite nozze islamiche. Il matrimonio doveva tenersi in Pakistan il 22 dicembre, i biglietti prenotati per il 17 dicembre  e per sfuggire al matrimonio, la ragazza era andata in Belgio l’anno scorso, rifugiandosi a casa di conoscenti e poi in una struttura protetta. Lo scorso 11 aprile aveva comunque deciso di tornare a Novellara. Quando il 5 maggio i Carabinieri e i servizi sociali sono andati a cercarla, non hanno trovato nessuno in casa. A quanto ricostruito dagli inquirenti i genitori della ragazza sarebbero tornati in Pakistan. Un ritorno d’urgenza, per problemi familiari, secondo quanto riferito dal datore di lavoro del padre, titolare di un’azienda agricola reggiana. Inoltre i controlli in aeroporto provano che la figlia non era con i genitori, che a distanza di tempo non ne hanno  denunciato neanche la  scomparsa.

Le forze dell’ordine hanno avviato le ricerche, utilizzando anche elicotteri e cani, e non escludono il ricorso a rogatorie internazionali. Sono stati già avviati i canali della cooperazione. A destare sospetti è soprattutto : uno dei tre video di telecamere, ora in mano ai carabinieri del Nucleo Investigativo di Reggio Emilia e della Compagnia di Guastalla. Tre persone, uscite  dalla casa della famiglia di Saman, si sono poi recate verso i campi dietro l’abitazione con due pale, un secchio con un sacchetto azzurro e un piede di porco. La Procura li cerca. Disposte anche ricerche per scovare eventuali indiscrezioni.