Se sarà possibile fare una dose di Pfizer dopo aver ricevuto la prima di AstraZeneca (o viceversa), si saprà solo nei prossimi mesi. Perché l’Ema non ha ancora preso una decisione sul cosiddetto mix di vaccini, che secondo alcuni studi sarebbe addirittura più potente della doppia somministrazione con lo stesso siero. Anche il premier del governo Mario Draghi, nel corso della sessione del Consiglio Ue dedicata al Covid, ha fatto un appello all’Ema chiedendo il prima possibile indicazioni sulla possibilità di mescolare i vaccini tra prima e seconda dose.

«C’è stata una certa soddisfazione sul modo in cui procedono le vaccinazioni un po’ dappertutto, e la campagna deve accelerare anche in estate. Le forniture continueranno ad arrivare in modo sufficiente», ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa dopo il Consiglio Ue.

«Sulla questione dei brevetti si sta arrivando a una soluzione che è quella che promette di più: c’è una terza strada che prevede il conferimento obbligatorio di licenze nei momenti più di emergenza, proposta a cui sta lavorando la commissione».