Home Attualità Nunzia sconfitta da un male incurabile, lutto nella città vesuviana

Nunzia sconfitta da un male incurabile, lutto nella città vesuviana

“La nostra comunità piange la scomparsa della cara Nunzia Punzo, che si è spenta dopo una lunga battaglia contro un male incurabile. L’ha affrontato fino all’ultimo con tenacia e coraggio. Nunzia nella nostra comunità sempre molto attiva. Ha vissuto a pieno i valori dell’associazionismo, costruendo intense relazioni umane basate sulla condivisione e sulla solidarietà. Ha ideato percorsi culturali e sociali, incentrati sui bisogni delle persone più deboli e in particolar modo delle donne. Io ho avuto il piacere di conoscerla poco più di un anno fa, ma nonostante il suo stato di salute e poi il covid che ci ha obbligato a fermare molte attività”. L’annuncio è del sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno.

Il ricordo

“Era sempre chiaro nel suo agire e nelle sue parole il suo amore per la nostra comunità, ma anche la sua necessità spasmodica di donare al prossimo. Voleva far sì che il prossimo potesse vivere meglio e le sue azioni erano rivolte a tale fine. Era leader di un gruppo vasto di concittadine che vedevano in lei un punto di riferimento per le attività culturali, dell’agire solidale e sociale e allo stesso tempo una amica in cui confidare nei momenti di difficoltà. Di Nunzia quindi ricorderemo sempre la sua grande forza, il senso di appartenenza al nostro territorio e la sua volontà di animarlo, con proposte e attività concrete e condivise”.

Per rendere ancora più forte il suo agire, nonostante la situazione personale e generale, aveva deciso di mettersi in gioco durante l’ultima campagna elettorale. Si era candidata al consiglio comunale e vivendo questo obiettivo con grande impegno, attraverso il contatto diretto e il dialogo costante con le persone. Le sue idee per la nostra città resteranno un riferimento per noi tutti, come un faro da seguire per tenere sempre viva la rete dell’associazionismo e quell’energia collettiva di cui ogni comunità ha bisogno per crescere. A nome di tutta la nostra comunità, mi unisco al dolore della famiglia e dei tanti amici con i quali Nunzia ha condiviso percorsi e pezzi di vita. Resterà un esempio di coraggio, altruismo e solidarietà per tutti noi”.

Exit mobile version