Volevano ucciderlo ma non ci sono riusciti. È successo ieri a Nola in pieno Corso Vitale. Un 40enne di origine ucraina era riverso sul pianerottolo di casa in una pozza di sangue. Diverse le coltellate sferrate. A dare l’allarme alcuni residenti del posto, che hanno allertato il 118 e le forze dell’ordine. Per i carabinieri della compagnia di Nola si tratta di tentato omicidio. L’uomo si trova ricoverato adesso all’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola ma non è in pericolo di vita. Per sua fortuna i fendenti non hanno lesionato organi vitali e la velocità dei soccorsi ha permesso che non perdesse troppo sangue.

Si indaga per capire cosa sia successo e chi abbia tentato di ammazzare l’uomo. In tal senso gli investigatori hanno ascoltato la compagna. La donna non era in casa quando sono accaduti i fatti ed è rientrata in fretta e furia appena l’hanno avvisata. Le sue dichiarazioni possono essere utili per comprende cosa possa essere successo. Come persone informate dei fatti saranno sentiti a breve anche i vicini che per primi hanno dato l’allarme.