Home Articoli in Evidenza Maneskin: da via del Corso a Rotterdam

Maneskin: da via del Corso a Rotterdam

Eurovision Song Contest 20121. I Maneskin portano l’Italia al primo posto dopo ben 31 anni dall’ultima vittoria. Tanta la gioia, ma non mancano le polemiche.

Quella di due giorni fa è stata scagliata dalla stampa francese che avrebbe accusato il leader della rock band di aver fatto uso di droghe pesanti, per di più in diretta, davanti a 200.000 telespettatori, proprio al termine della celebrazione per la vittoria ottenuta.
Il tutto ripreso dalle telecamere.
Al di là della dubbia pertinenza dell’accusa nell’ambito di una competizione musicale europea, parrebbe che Damiano stesse semplicemente raccogliendo i frammenti di un bicchiere di vetro gettato sbadatamente per terra dal batterista del gruppo.
Il leader del gruppo, vittima di un’inquadratura prospetticamente ambigua e fraintendibile, si dichiara pronto a sottoporsi al test antidroga per smentire le accuse.
Tuttavia, tra la trasparenza di Damiano ed il materiale fotografico che proverebbe la veridicità delle sue affermazioni, il giornalista francese avrebbe ritirato prontamente le accuse. Insomma la Francia non ha proprio preso bene la sconfitta, avrebbe potuto accontentarsi del secondo posto con un pò più di sportività.
Non resta che godere del successo di una band che partendo da via del Corso è giunta fin nel cuore dell’Europa con la propria musica.
Exit mobile version