Per ridurre drasticamente i consumi di energia elettrica, aveva collocato un potente magnete sul contatore dell’ Enel. Il titolare di un bar di Casandrino, Tommaso Taglialatela, di 45 anni, già denunciato in passato, è arrestato dai carabinieri dopo un sopralluogo. Ad eseguirlo i militari e dai tecnici dell’ Enel nell’ esercizio commerciale in via Paolo Borsellino.

Il titolare del bar aveva ridotto i consumi di energia elettrica fino al 98% provocando un danno economico – dal 2012 ad oggi- di circa 40mila euro all’ azienda elettrica. Taglialatela è sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.