Ancora qualche mese di tempo per poter usufruire del bonus pc. La misura, introdotta dal governo Conte bis per superare la scarsa digitalizzazione che ancora caratterizza alcune fasce sociali in Italia, scadrà a ottobre 2021. Al momento, non sono previste proroghe. Requisiti, limiti di reddito e come fare domanda. Ecco quello che serve sapere. Le pratiche della didattica a distanza e dello smart working imposte dalla pandemia da coronavirus a partire da marzo 2020 hanno messo in luce il divario digitale presente nel nostro Paese.

Strade utili per continuare a lavorare, non perdere mesi di scuola e diminuire i contatti fisici, non si sono però rivelate praticabili da tutti. Il bonus permette di dotarsi di una connessione internet ultraveloce, di un pc o di un tablet, e viene erogato sotto forma di voucher. Va richiesto direttamente al provider o agli operatori di riferimento.

Il voucher può arrivare fino a un massimo di 500 euro, suddivisi in due parti: 200 euro di sconto per la stipula di un contratto o il potenziamento della connessione internet e 300 euro per l’acquisto di un tablet o di un pc. Gli apparecchi, una volta acquistati, non sono in comodato d’uso ma rimangono di proprietà della famiglia che ha usufruito del bonus. Mentre la connessione a internet deve essere preceduta da un contratto della durata minima di 12 mesi.

I destinatari della misura sono le famiglie con un reddito Isee non superiore a 20mila euro. Ulteriore requisito per poter usufruire del bonus è legato alla velocità della connessione che si intende scegliere, che dovrà essere di almeno 30 Mbit/s in download e 15 Mbit/s in upload. I fondi stanziati sono di 204 milioni di euro, disponibili fino a esaurimento delle risorse.