Il mondo del giornalismo piange la morte di Pietro Nardiello. Salernitano di origine ma napoletano d’adozione, avrebbe compiuto 48 anni a luglio. Dal 19 aprile era ricoverato a Santa Maria Capua Vetere e aveva ripetutamente aggiornato su Facebook i tanti amici e colleghi. Sembrava in ripresa quando un improvviso peggioramento è stato fatale. Collaborava con Articolo 21 e in passato aveva scritto per l’edizione napoletana di Repubblica.

Aveva vinto nel 2010 il premio “Paolo Giuntella” con “Strozzateci tutti” ed era noto per il suo impegno anticamorra. Era il curatore di “Tre parole fuori dal vulcano” su Radio Rai. Tanti i messaggi di cordoglio sulla sua bacheca da parte di tutti quelli che lo avevano conosciuto.