La situazione vaccini all’hub allestito presso la Mostra d’Oltremare di Napoli continua a procedere in maniera caotica, incontrollata ed indisciplinata. Durante la somministrazione dei vaccini della giornata del 4 maggio si sono registrati innumerevoli code ed attese. Anche disordini che hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Situazione non dissimile è avvenuta anche il giorno successivo.

Le testimonianze

“Salve signor Borrelli, ieri ho accompagnato mia madre a vaccinarsi in mezzo a quel casino della mostra. Ore 10 appuntamento, ore 16 vaccino. Tra spinte, urla, gente che superava nella fila. Controlli pari a 0, neanche l’SMS di prenotazione ci hanno chiesto. Infatti c’erano un sacco di persone che secondo me non ci dovevano essere, sennò altrimenti quel caos non si spiega. Inoltre con controlli molto carenti è facilitato l’ingresso di furbetti e di gente che con la sopraffazione e la violenza vuol prevaricare sugli altri.”- scrive un cittadino al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

L’Over 70

Un’altra testimonianza è data da una donna di 62 anni: “Mi sono recata alla Mostra alle 15,30 esatte, l’orario prefissato. Sapevo che ci sarebbe stato da attendere ma credevo che l‘organizzazione fosse migliorata rispetto a quello che si è visto tramite i media nell’ultimo periodo. Infatti mio marito, un over 70, si è vaccinato alcune settimane fa presso l’hub del Beverello, gli era stato dato appuntamento alle 18 e 30 e alle 19 già aveva concluso le operazioni. Invece martedì è stato un vero inferno, 5 ore abbiamo atteso, al freddo, senza distanziamenti e con molta gente che indossava scorrettamente la mascherina per fumare o mangiare. È davvero una cosa assurda perché io ed i miei familiari da più di un anno non facciamo più vita sociale, stiamo super attenti. Possibile mai che il maggior rischio di beccarmi il virus lo corro per farmi vaccinare?”.

“Bisogna assolutamente migliorare l’organizzazione e questo lo stiamo chiedendo con determinazione all’Asl, però è altrettanto vero che ci sono persone che si intrufolano in modo illecito o si presentano con troppo anticipo. Con questo modus operandi sono i più deboli a rimetterci perché ci sono toppe persone che voglio prevaricare, serve un sistema di controlli più efficace. “- racconta il Consigliere Borrelli, che prosegue – “Sembra che i vaccini rappresentino inoltre un’occasione d’oro per i parcheggiatori abusivi che operano all’esterno dei centri, ne abbiamo segnalati 25 ed abbiamo chiesto alle forze dell’ordine il loro allontanamento.”.