Amianto interrato nelle fondamenta di un complesso di appartamenti di lusso in corso di costruzione a Marcianise (Caserta). E’ l’ipotesi che ha fatto scattare il sequestro degli immobili da parte della Polizia di Stato su ordine della Procura di Santa Maria Capua Vetere. La presenza del materiale avrebbe anche compromesso dal punto di vista ambientale l’area circostante. Le indagini sono partite da presunti abusi edilizi che gia’ avevano portato, nel 2019, ad un primo sequestro del complesso. Gli “Antichi Funari” è realizzato da un noto costruttore di Marcianise indagato assieme ad altre persone.

Dopo il primo sequestro, da cui erano gia’ emersi sospetti che nelle fondamenta potessero essere stati interrati materiali inquinanti, la Procura e la Squadra Mobile della Questura di Caserta sono andati avanti. Hanno realizzato altri importanti accertamenti tecnici, tra cui carotaggi e analisi con il georadar. Confermando la presenza di amianto ed eternit nelle fondamenta, con gravi ripercussioni sull’ambiente. Nel corso delle perquisizioni, i poliziotti hanno acquisito la documentazione e sequestrato un altro terreno di proprieta’ del costruttore in cui erano stati ammassati illecitamente rifiuti speciali, soprattutto materiale di risulta dell’attivita’ edile.