Denise Pipitone, spuntano nuovi indizi. L’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio – intervenendo a Italia Sì, condotto da Marco Liorni su Rai1 – ha spiegato che sono emerse nuove intercettazioni. E potrebbero rivelarsi utili nella risoluzione del caso della bambina scomparsa da Mazara del Vallo il 1 settembre 2004. «Stiamo lavorando su nuove intercettazioni che riteniamo estremamente importanti. Mai entrate nel precedente dibattimento».

«Quello che stanno facendo i nostri consulenti è un lavoro complementare a quello che la Procura sta svolgendo nella segretezza dell’inchiesta», ha aggiunto. Rispetto alle indagini già svolte, «le piste sono state battute tutte fin dall’inizio, ma ci sono tanti punti ancora opachi, come la bambina avvistata a Milano il 18 ottobre 2004», la piccola che la nomade chiamava Danàs. Sono «davvero milioni gli italiani che stanno cercando di identificare e trovare almeno la nomade – ha sottolineato Frazzitta -. Ringrazio tutti anche a nome di Piera Maggio».