Home Notizie Abusivismo edilizio, la speranza di De Luca anche per il Vesuviano: “Distinguere...

Abusivismo edilizio, la speranza di De Luca anche per il Vesuviano: “Distinguere quelli di necessità”

“Abbiamo piu’ volte sostenuto l’opportunita’ di una moratoria, perche’ in una situazione di epidemia sarebbe un disastro nel disastro mettere centinaia di famiglie in mezzo a una strada. Mi aspetto che il Governo decida di scegliere una linea di realismo”. A margine della presentazione di ‘Ischia Covid free’, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, rimarca cosi’ la sua posizione sul fenomeno dell’abusivismo edilizio, diffuso sull’Isola verde.

“Dobbiamo distinguere tra l’abusivismo irresponsabile di chi costruisce un appartamento sul greto di un fiume, su una solfatara. O in un’area demaniale o a rischio idrogeologico – precisa – questo abuso non puo’ e non deve essere sanato. Ma se ho aperto una finestra o la veranda o il bagno, bisogna avere ragionevolezza”.

“I fenomeni di abusivismo che non toccano l’ambiente e la sicurezza delle persone devono rientrare in un piano di riconduzione alla legalita’”. De Luca ricorda che due anni fa la Regione ha lanciato una proposta che definisce “ragionevole. Avevamo separato nettamente le cose gravi e serie dalle cose sanabili con una sanzione per chi aveva realizzato l’abuso – spiega – purtroppo siamo un Paese che muore di ideologismo. E dove purtroppo si continua a fare propaganda pseudoambientalista e non si muove una foglia”.

Exit mobile version