«Insieme al collega Paolo Lattanzio, coordinatore in commissione Antimafia del comitato sulla prevenzione e repressione delle attività predatorie della criminalità organizzata durante l’emergenza sanitaria, avanzeremo richiesta degli elenchi dei nominativi vaccinati ricadenti nella categoria altro che in Sicilia, Calabria, Campania e Valle d’Aosta risultano avere numeri ben maggiori rispetto alla media nazionale». Lo dice il presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra.

Anche la commissione regionale Antindrangheta calabrese – ricorda Morra – si è riunita. W lo fa per discutere riguardo le «metodologie utilizzate per la somministrazione di siero ad altre categorie». In Regione si è provato a capire se dietro le circa 85 mila vaccinazioni ascritte alla categoria altro si possano nascondere persone non aventi diritto. Purtroppo i cittadini continuano a soffrire a causa dei disservizi delle Asp in tante parti d’Italia. E c’è quindi necessità di offrire risposte concrete a chi denuncia disservizi anche per mancanza di vaccini. Pertanto questa Commissione studierà il caso ormai molto diffuso».