Diventa un giallo la morte della 24enne a Pompei (Napoli), arrivata questo pomeriggio all’ospedale di Castellammare di Stabia con ferite da taglio e morta poco dopo. Secondo le prime ricostruzione la giovane sembrava essere stata vittima di un’aggressione e di violenza sessuale. I successivi accertamenti hanno cambiato l’ipotesi degli investigatori: potrebbe trattarsi di suicidio. La ragazza si sarebbe lanciata dal quarto piano di un palazzo in via Carlo Alberto I Traversa a Pompei.

Il volo di diversi metri spiegherebbe anche la frattura delle caviglie e le escoriazioni sui glutei. Le ferite sull’addome, anche se compatibili con coltellate, sarebbero state invece procurate dalla stessa 24enne con un paio di forbici acquistate poco prima. Continuano le indagini dei carabinieri per chiarire l’accaduto.