Pasqua di sangue: tragico scontro tra due auto, gravissimo il bilancio: quattro morti. È accaduto sulla Casilina, in territorio di San Vittore del Lazio nel sud della provincia di Frosinone ai confini con la Campania. Tre delle quattro vittime erano della provincia di Caserta, tutti giovanissimi. Erano circa le 20, quando lungo la statale che porta alla capitale, e che attraversa il Lazio e la Campania, due auto si sono scontrate frontalmente. Un impatto violentissimo avvenuto in direzione San Pietro Infine, nei pressi della rotatoria che conduce al centro di San Vittore e verso la provincia di Caserta. Le auto semi distrutte. A bordo di un’Alfa Mito viaggiavano Matteo Simone di 19 anni, Luigi Franzese di 21, Carlo Romanelli di 18 anni. Studiavano a Cassino. Due muoiono sul colpo, un terzo viene soccorso e portato in elicottero all’ospedale Santa Scolastica ma morirà dopo poco. Senza scampo anche il conducente dell’altra vettura, una Fiat Sedici, guidata da un 52enne.

Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco, numerosi mezzi dell’Ares 118 ed i carabinieri della Compagnia di Cassino che indagano per accertare la dinamica del tragico incidente che ha strappato la vita e sogni di ragazzi giovanissimi. Uno spettacolo agghiacciante per i soccorritori che hanno faticato non poco per estrarre i corpi. Un ammasso di lamiere, sangue e corpi straziati. Una corsa contro il tempo per strappare alla morte il terzo passeggero della Mito che però, purtroppo, non ce l’ha fatta. Troppo gravi le lesioni riportate nell’impatto.