TORINO – Finisce con la vittoria dei bianconeri il recupero della terza giornata di campionato tra Juventus e Napoli all’Allianz Stadium. Ronaldo e Dybala decidono il match. Inutile il rigore battuto nel finale da Lorenzo Insigne. Prestazione inizialmente appanata degli azzurri, che recuperano poi nel secondo tempo, piu’ cinica invece quella dei bianconeri, decisi nella corsa per aggiudicarsi un posto in Champions.

— LE PAGELLE DEL NAPOLI —

Meret 6 – Nulla puo’ su entrambe le reti, soprattutto per quella di Ronaldo lasciato completamente solo dalla difesa azzurra. Attento in un paio di occasioni.

Di Lorenzo 6 Probabilmente uno dei pochi ad aver fatto bene della linea difensiva. Chiude bene su Ronaldo al 67′.

Rrahmani 5,5 Vince il ballottaggio dopo l’ultima deludente prestazione dei due centrali difensivi Maksimovic e Manolas contro il Crotone al Maradona. Nel complesso ne salva parecchie ma con qualche sbavatura.

Koulibaly 6 Non di certo il miglior Koulibaly ma e’ costretto, spesso, a metterci una pezza sugli scivoloni dei compagni. Poteva fare meglio.

Hysaj 5 Imprendibili Cuadrado e Chiesa. Favorisce l’azione che porta al gol Ronaldo (Dal 76’ Mario RUI – S.V.).

Demme 5 – Spesso gioca corto o all’indietro e concede troppi spazi agli avversari (dal 53′ Osimhen 6 – Con lui in campo il Napoli alza il baricentro e si fa vedere per tutto il tempo mettendo in difficolta’ la difesa bianconera).

Fabian Ruiz 5 Ha due buone occasioni, in una manda alto e nell’altra impegna Buffon ma troppo elementare la sua prestazione. (dall’89’ Petagna S.V.).

Lozano 5 – Torna titolare dopo l’infortunio. Quasi assente in fase offensiva, costretto anche a fare da terzino allontanandosi quindi dalla porta (dal 53′ Politano 6 – Entra nella fase migliore del Napoli alzando il baricentro insieme ad Osihmen.)

Zielinski 6 – Pochi minuti e si divora l’occasione migliore calciando alle stelle. Di sicuro, il migliore del suo reparto anche se, ultimamente, ci aveva abituati a ben altro tipo di prestazioni.

Insigne 6 – Da lui ci si aspetta sempre il doppio, soprattutto con la Juventus e puntualmente ‘sparisce’. Troppe pause tra un’azione e l’altra anche se, quando si accende, mette in difficolta’ la difesa bianconera. Suo il goal del 2-1 su calcio di rigore.

Mertens 5 – Praticamente assente per quasi tui i 90′. Nemmeno Osihmen gli da carica (dal 75′ Elmas S.V.).

All. Gennaro Gattuso 5,5 – Ci aveva ben sperato nel ritorno di Lozano, come nella voglia di fare bene per la terza volta di seguito. Soffre l’aggressivita’ e la pressione dei bianconeri soprattutto nel primo tempo giocando troppo bassi e sempre all’indietro. I calciatori, nel 90% dei casi, non accompagnano l’azione rendendo tutto piu’ difficile. Si puo’ e deve fare di piu’.

 

Fonte foto: SkySport