Pioggia di ordinanze in poche ore nelle città vesuviane. Domani molte scuole non riapriranno e si continuerà in Dad. Si parte da San Giuseppe Vesuviano, dove il sindaco Vincenzo Catapano ha disposto lo stop a causa del gran numero di contagi in città. Didattica a distanza, dunque, fino al 18 aprile almeno solo con gli alunni disabili eventualmente in presenza. “In base all’ultimo report disponibile, infatti, nella nostra città i positivi attuali sono 296; tra i positivi vi sono diversi casi di positività riconducibili a soggetti che operano nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Su 720 tamponi effettuati dal 27 marzo al 2 aprile, 129 sono risultati positivi, con un tasso di positività del 17,90%, in 14 giorni, abbiamo registrato 7 decessi per covid. Solo il 75% della popolazione scolastica ha ricevuto, ad oggi, il vaccino (esclusivamente la prima dose). Abbiamo richiesto all’ASL un nuovo aggiornamento dei dati ma, allo stato attuale, la responsabilità di tutela della salute pubblica impone, alla luce dei dati emersi e delle considerazioni condivise stamane, l’ulteriore sospensione della didattica in presenza”.

Ottaviano

Ottaviano partirà secondo un calendario a cadenza settimanale come fa sapere il sindaco Luca Capasso. Domani riaprono le scuole dell’infanzia. “A Ottaviano, nell’ultima settimana, NON si è registrato un calo dei positivi, che resta molto più alto della media regionale. Inoltre, moltissimi contagiati appartengono alla fascia d’età interessata dalla ripresa in presenza delle lezioni scolastiche”. Pertanto da domani, 7 aprile, riapertura delle scuole pubbliche e private relativamente ai soli servizi educativi per l’infanzia e delle scuole dell’infanzia rivolte ai bambini da 0 a 6 anni. Dal 12 aprile riapertura delle istituzioni pubbliche e private per gli alunni frequentanti la prima e seconda classe scuola primaria. Dal 19 aprile riapertura delle istituzioni pubbliche e private per gli alunni frequentanti le restanti classi della scuola primaria e della prima classe della scuola secondaria di primo grado.

Striano

Anche il sindaco di Striano Antonio Del Giudice ha deciso non riaprire se non per i diversamente abili. Una chiusura che al momento si limita a questa settimana in attesa di valutare i dati dalla prossima settimana. Dunque, resta aperta una porta per tornare tra i banchi lunedì.