Home Cronaca Scommesse illegali in tempi di pandemia, scoperti due fratelli nei Paesi Vesuviani

Scommesse illegali in tempi di pandemia, scoperti due fratelli nei Paesi Vesuviani

Due fratelli di 60 e 54 anni di Torre del Greco denunciati a piede libero per esercizio abusivo e organizzazione di pubbliche scommesse sportive. Puntate anche per via telefonica o telematica, riservato allo Stato. I due, titolari di un esercizio commerciale, consentivano ai clienti di scommettere su eventi sportivi attraverso l’utilizzo di conti di gioco intestati a se’ e a propri congiunti. L’operazione ha portato al sequestro di 2 computer e un centinaio di ricevute di scommesse telematiche. Tutto per un volume di scommesse, da gennaio ad oggi, di circa 54mila euro.

I titolari sono anche sanzionati per il mancato rispetto delle normative anti Covid. L’operazione è eseguita dai funzionari dell’ufficio antifrode della direzione territoriale IX Campania dell’agenzia dei monopoli. Tutto in sinergia con i militari del comando provinciale dei carabinieri di Napoli e della stazione di Torre del Greco.

Exit mobile version