Agenti della Polizia municipale di Napoli hanno intercettato un ragazzino di 14 anni che si era volontariamente allontanato da casa. Vagava da solo in piazza Garibaldi. L’adolescente notato mentre avvicinava passanti per chiedere informazioni, atteggiamento che ha attirato l’attenzione degli agenti. Lo hanno avvicinato chiedendogli il motivo della sua presenza in strada. Il ragazzo ha affermato di provenire da un comune della provincia, di essere uscito di casa di nascosto nelle prime ore del mattino e che non era più in grado di proseguire nella fuga in quanto non conosceva la città.

I poliziotti lo hanno rassicurato e condotto negli uffici, in luogo protetto, dove con calma il ragazzo ha raccontato di vivere con i nonni. Una sistemazione a seguito di una difficile situazione familiare, e che recentemente sono emersi dei dissidi che lo hanno portato ad un atto di ribellione. Dunque ad allontanarsi da casa a loro insaputa. Il minore, apparso da subito sereno e pentito durante il colloquio con il personale, ha messo in condizione gli agenti di contattare i suoi familiari che erano in grande apprensione. Con loro si è ricongiunto negli uffici della Polizia municipale. La Procura per i Minorenni di Napoli, informata dell’accaduto, ha ricevuto gli atti al fine della valutazione di ulteriori provvedimenti a tutela del minore e dell’intero nucleo familiare.