Ad un anno di distanza dall’addio del medico e sindaco. “Una luce acceso su ogni balcone e finestra e unire idealmente il nostro paese in una scia di luce per tenere vivo il ricordo del dottore e sindaco di Saviano Carmine Sommese”. Questo l’invito della città che ha onorato la memoria del sindaco e del medico. Un desiderio della moglie e delle tre figlie Maria, Martina e Viviana. Vivendo ancora in un periodo di restrizioni sociali causa Covid si è voluto creare un anello magico, fatto di preghiere, luce e speranza, per coltivare il ricordo delle persone care, strappate alla vita dal virus che ha messo in ginocchio l’intero mondo.

È dunque già passato un anno dalla scomparsa di Carmine Sommese. Ma la memoria resta intatta. Saviano perse il primo cittadino e medico chirurgo dell’ospedale di Nola a causa del Covid. Sommese restò contagiato sul lavoro mentre curava pazienti durante la prima ondata. Restò ricoverato settimane all’ospedale di Avellino. Lottò tanto prima che il cuore cedesse ai polmoni troppo danneggiati dal Coronavirus.