Anna Petronelli, 81 anni, ritrovata morta nella camera da letto della propria abitazione a Cerignola (Foggia), uccisa da un colpo di pistola. Ai piedi del letto c’era suo marito Francesco Polidoro, 83 anni, gravemente ferito alla testa da un colpo di pistola. L’uomo è portato in ospedale. Nella camera da letto ritrovata una pistola legalmente detenuta dall’anziano. A scoprire l’accaduto è il figlio della coppia che ha allertato la polizia. Non si esclude al momento alcuna pista investigativa, anche quella di un possibile omicidio-suicidio. La loro abitazione, in cui li hanno ritrovati, si trova in via Giordano Bruno a Cerignola.

Sarebbe stata affetta da una grave forma di demenza senile Anna Petronelli, l’81enne uccisa questa mattina con un colpo di pistola alla testa da suo marito, l’83enne Francesco Polidori, che poi si è sparato al capo ferendosi gravemente. Ora l’anziano è ricoverato in Rianimazione, a Foggia, in gravissime condizioni. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l’anziano avrebbe ucciso sua moglie con un colpo di pistola alla testa, usando una pistola legalmente detenuta, e poi si sarebbe sparato anche lui al capo, tentando il suicidio. A dare l’allarme alla Polizia è stato il figlio della coppia, che abita in un appartamento al piano di sopra. E come atto dovuto il pm Giuseppina Gravina ha disposto che venga eseguita la prova dello stub anche a su di lui, per la rilevazione dei residui da sparo.