Home Covid Riaperture dal 3 maggio, resta il coprifuoco ma “allungato”

Riaperture dal 3 maggio, resta il coprifuoco ma “allungato”

Le riaperture scatteranno il 3 maggio. Ma sul tavolo del governo, che farà il punto venerdì sulla base dei nuovi dati, ci sono due opzioni. La prima prevede nelle Regioni che avranno numeri da zona gialla l’apertura di bar e ristoranti, cinema e teatri, fiere e congressi E persino palestre e piscine. La seconda porta invece a un “giallo rafforzato” nella prima parte di maggio con il via libera solo per bar e ristoranti con tavoli all’aperto. E anche con orario limitato al pomeriggio per evitare l’effetto-movida. Poi, nella seconda metà del mese se l’epidemia darà respiro e la campagna vaccinale per gli anziani marcerà speditamente, la riapertura di tutti i settori. Anche la sera con conseguente allentamento del coprifuoco alle 23.30 o a mezzanotte. Di certo, l’11 giugno gli spettatori torneranno allo stadio.

Per le altre riaperture tutto dipenderà dall’andamento dei contagi, dalla tenuta delle terapie intensive e dalla copertura vaccinale degli over 70. Fronte, quest’ultimo, su cui dovrebbe avere scarsa influenza lo stop provvisorio di Johnson&Johnson. «È ancora da valutarne l’impatto», dice una fonte di governo, «ma ci sono dosi sufficienti degli altri vaccini per immunizzare gli anziani».

Exit mobile version