Scatta il calendario anticipato anche a maggio per la pensione. A confermarlo è Poste italiane con puntuale indicazione delle date a cui fare riferimento per incassare l’assegno mensile. Nel dettaglio, spiega la società, le pensioni del mese di maggio saranno accreditate a partire da lunedì 26 aprile. Vale per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. Mentre i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti da oltre 7.000 Atm Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello. Per chi invece, preferisce o comunque non può evitare di ritirare la pensione in contanti in un Ufficio Postale, rimane lo schema già adottato nei mesi scorsi. Vediamo il calendario previsto nel dettaglio fino a 30 aprile.

I cognomi

E dunque i cognomi dalla A alla C potranno accedere lunedì 26 aprile, dalla D alla G martedì 27 aprile, dalla H alla M mercoledì 28 aprile. E dalla N alla R giovedì 29 aprile, dalla S alla Z venerdì 30 aprile. Poste Italiane continua poi a essere più vicina alle persone in difficoltà. Infatti, è previsto che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali. O che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio. Delegando infatti al ritiro i Carabinieri.

Servizi a tutela

Le nuove modalità di pagamento delle pensioni hanno carattere precauzionale e sono introdotte con l’obiettivo prioritario di garantire la fornitura di un servizio essenziale.  Tutelando la salute dei lavoratori e dei clienti di Poste Italiane nell’attuale fase di emergenza sanitaria, sottolinea la nota. Pertanto, ciascuno è invitato ad indossare la mascherina protettiva, ad entrare in ufficio solo all’uscita dei clienti precedenti, a tenere la distanza di almeno un metro, sia in attesa all’esterno degli uffici che nelle sale aperte al pubblico.