“Nella giornata di ieri nel Palazzetto dello Sport di Ottaviano si è svolta la liturgia della Confermazione celebrata dal Vescovo di Nola e a cui hanno preso parte almeno 200 persone. Ciò ci fa pensare sia stato alquanto difficile rispettare minimamente le norme anti Covid”. A renderlo noto un comunicato del Pd Ottaviano, che aggiunge: “Ottaviano presenta un numero di contagi giornalieri che ci confina in zona rossa, come l’intera regione Campania. Qui l’emergenza sanitaria è ben lontana dall’essere superata e, pertanto, si richiede il rispetto di quanti stanno perdendo i loro cari, dei negozianti dilaniati da una crisi economica senza eguali, per le scuole di ogni ordine e grado che ancora restano chiuse ma anche per gli operatori sanitari che, proprio a pochi passi da quel palazzetto, stanno impiegando tutte le loro energie per portare avanti la campagna vaccinale”.
Il Pd continua: “Chi è più di Dio? Questa la domanda retorica che ci poniamo. La Curia di Nola che ha officiato la funzione? I parroci della nostra Comunità che hanno organizzato la cerimonia e convogliato tutto in una volta un così gran numero di Cresimandi? Le autorità locali che hanno rilasciato le dovute autorizzazioni e il proprio nulla osta per l’utilizzo della struttura sportiva? È ora che la politica faccia il suo mestiere e prenda dei provvedimenti seri. Si scrivono ordinanze per limitare il più possibile spostamenti, contatti tra persone, asporto, delivery etc. ma non si è pensato al rischio che avrebbe potuto correre un numero di persone così alto, assembrate in un luogo chiuso? Questa volta non ci sono scusanti. L’amministrazione si assuma le proprie responsabilità”.