“Ho ricevuto dall’Arcivescovo Metropolita di Maceiò, in Brasile, la tristissima e dolorosa notizia del decesso per covid di suor Maria Catapano, sangiuseppese. Dedita per tutta la vita all’aiuto dei più deboli, in Italia ed all’estero. Dove ha sacrificato sempre le proprie personali esigenze, anteponendo il bene degli altri ed, in particolare, dei più deboli e fragili”. Ad annunciarlo il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano. Il primo cittadino aggiunge: “Operava in Brasile, da circa 20 anni, e la sua vita è costellata di opere pie ed opere di bene: un grandissimo e luminoso esempio di fede e di umanità in cui ha cercato, con il suo mirabile esempio e con il suo immenso amore, di supplire alla povertà, lottando l’emarginazione e l’abbandono. San Giuseppe Vesuviano piange una sua nobile concittadina, nobile d’animo e nobile di comportamenti”.
Dolore anche ad Ottaviano con la fascia tricolore Luca Capasso. “Da sindaco di questa città sono vicino alla sua famiglia e mi associo all’incolmabile dolore che la ha colpita ed all’intera comunità per la perdita patita. Suor Maria Catapano era sangiuseppese di nascita ma era cresciuta e si era formata a San Gennarello. Nel 2002 aveva scelto di andare in missione in Brasile, in una delle favelas più degradate e povere di tutta la nazione. In quasi 20 anni ha fatto del bene soprattutto ai bambini, ha aiutato tutti ed ha contribuito ad educare nuove suore. Suor Maria ci lascia, stroncata dal covid e tutta Ottaviano ora piange per lei, con l’orgoglio di aver avuto una concittadina straordinaria”.