“Mi hanno molto colpito le immagini di google maps (pubblicate da Fanpage ndr) dalle quali si vedeva che quel posto occupato con una sedia, che a Torre Annunziata ha causato la morte di Maurizio Cerrato. Era una regola, accettata da tutti da almeno 12 anni. Maurizio e sua figlia hanno reagito a quella forma di prevaricazione e lui è morto. È morto perché ha saputo dire no quando tutti abbassavano la testa”. A scriverlo il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso.

Il primo cittadino continua: “Sono stati arrestati i presunti responsabili dell’omicidio ed io faccio un plauso ai carabinieri e alla magistratura. Ma resta un monito per tutti noi: abbiamo bisogno di più gente che dica no all’illegalità e di meno teste abbassate”.