Ci sarebbe anche una donna tra gli aggressori che hanno preso parte all’agguato contro il 61enne Maurizio Cerrato. L’uomo ucciso a colpi di cric e da una coltellata nel tentativo di difendere la figlia. I fatti lunedì sera in via IV novembre. La figlia della vittima, aveva parcheggiato la propria auto in un’area che da tempo veniva occupata con le sedie. Poi la scoperta delle gomme tagliate. E da qui l’aggressione.

Dopo quello del vescovo arriva l’invito a parlare del senatore Sandro Ruotolo: «Vogliamo che gli assassini vengano assicurati alla giustizia ha scritto in un post Facebook indirizzato a Maria, la figlia di Maurizio criminali, uomini della camorra che conoscono solo la cultura dell’arroganza e della prevaricazione. Chi ha visto, parli. Dobbiamo liberarci dalla paura».