Tragedia tra i vicoli del Vasto, dove ieri sera il sindacalista della Cgil, Antonio Prisco, è stato trovato cadavere nell’appartamento in cui viveva, in via Brindisi. Sul posto, dopo aver ricevuto le telefonate allarmate di alcuni amici e parenti, sono intervenuti gli uomini della polizia di Stato, i quali, una volta fatta irruzione in casa, non hanno purtroppo potuto far altro che constatare il decesso del 38enne originario di Forcella.

Prisco, storico attivista del sindacato universitario Udu, da alcuni anni era impegnato in prima linea per i diritti dei rider, battaglia che portava avanti, anche a livello nazionale, con il sindacato Cgil. La sua improvvisa scomparsa getta nello sconforto centinaia di studenti e portapizze che ne hanno condiviso il percorso professionale.