Bandiere a mezz’asta e palloncini che volano in aria con i nomi di Luigi, Matteo, Carlo e Claudio. Così la comunità di Mignano Monte Lungo ha ricordato Matteo Simeone, Carlo Romanelli e Luigi Franzese, tutti tra i 19 e i 20 anni, e il 53enne Claudio Amato. Si tratta delle quattro vittime del tragico incidente stradale sulla Casilina nel territorio di San Vittore avvenuto a poche ore dalla Pasqua. Il sindaco Antonio Verdone ha proclamato la giornata di lutto cittadino. Rispettato, inoltre, l’invito del primo cittadino a sospendere attività commerciali, sociali, sportive e produttive dalle 8 alle 17 in segno di lutto. I funerali si sono svolti in tre momenti diversi, per evitare il più possibile assembramenti.

I tre ragazzi casertani, grandi amici che vivevano a distanza di pochi chilometri, erano a bordo di un’Alfa Mito quando si sono schiantati contro la Fiat Idea guidata da Claudio Amato, che rientrava a casa dopo essere uscito a comprare le pizze. Uno dei giovani deceduti era in diretta sulla sua pagina Instagram quando è avvenuto il drammatico incidente. È da lì che si è diffusa rapidamente la triste notizia. Il contenuto dei cellulari dei tre ragazzi è al vaglio dei carabinieri della compagnia di Cassino.