Con una denuncia presentata ai carabinieri di San Pietro a Patierno, i familiari di Pasquale Nogarotto chiedono sia fatta luce sulla morte dell’uomo. Paziente nato a Marano di Napoli quasi 75 anni fa, malato di covid e deceduto nel primo pomeriggio di ieri, nell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. Pasquale, la mattina di martedi’ scorso, a causa delle conseguenze innescate dal virus è trasportato dal 118 nell’ospedale Loreto Mare del capoluogo partenopeo. Da qui poi, nel pomeriggio, il trasferimento al san Giovanni Bosco. Passaggio necessario a causa di una caduta definita accidentale da un operatore telefonico entrato in contatto con i parenti.

Il figlio dell’uomo (invalido a causa di una caduta), nella denuncia, chiede che sia fatta luce sulla morte del padre. Secondo i sanitari sarebbe causata da una crisi respiratoria, e anche sulla caduta sulla quale non hanno invece ricevuto alcuna informazione. Inoltre, sempre secondo i parenti, dall’ospedale San Giovanni Bosco era giunta la richiesta di acquisto di un tutore per coadiuvare gli effetti della caduta. Strumento di cui il nosocomio si e’ detto sprovvisto. Secondo quanto si apprende dai legali della famiglia Nogarotto, gli avvocati Giovanna Cacciapuoti e Aldo Appella, la documentazione e’ stata gia’ stata fatta pervenire alla Procura alla quale i familiari del 74enne chiedono di fare luce anche attraverso un esame autoptico.