A seguito di un’attenta analisi dei rischi, i funzionari Adm, in servizio presso l’Ufficio delle Dogane di Napoli 2 – Sezione Distaccata di Nola, unitamente ai militari della Guardia di Finanza, hanno concluso un’articolata attività di sequestro di merce per falsa indicazione di origine «made in Italy». Nello specifico bloccato un tir, proveniente dalla Turchia, contenete campionature espositive per tendaggi «tirelle». Era apposto illecitamente il «Made in Italy». A seguito dell’analisi eseguita, grazie anche alle banche dati a disposizione di Adm, sono individuate precedenti operazioni doganali di specie. Portando quindi ad eseguire l’accesso presso la sede operativa della società. Sul posto, dopo un’accurata verifica della documentazione contabile e delle giacenze di magazzino, rinvenuti 85 rotoli di tessuti per tendaggi. Pari a 1.923,9 metri e relative alle 1.426 tirelle rinvenute sul tir e recanti il falso Made in Italy.

La merce

La merce, per un valore di 23 mila euro circa, è sottoposta a sequestro. Il rappresentante legale della società è denunciato per frode nell’esercizio del commercio. Oltre che per la vendita di prodotti industriali con segni mendaci atti a trarre in inganno il consumatore finale. L’attività si inquadra nel più ampio piano di controlli sul territorio nazionale e che vede costantemente impegnati i funzionari Adm e i militari della Guardia di Finanza, in mirate azioni volte a contrastare gli illeciti di natura extra-tributaria a tutela del «made in Italy».