“I dati quotidiani del contagio ci dicono che abbiamo circa 2mila positivi. Il dato anomalo in Campania non e’ il numero dei positivi ma dei sintomatici, sui 300. Molti sono paucisintomatici, con sintomi lievi altrimenti se avessimo patologie serie avremmo le terapie intensive ingolfate e non e’ cosi’. Cerchiamo di capire perche’, la prima valutazione dei medici e’ che abbiamo un’aggressivita’ della variante inglese piu’ grave rispetto ai giovani”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in una diretta social.

“Il secondo dato che misura gravita’ e’ quello dei decessi. Siamo a 5.400 decessi, sei volte in meno della Lombardia, la meta’ di Veneto, Emilia, Toscana. C’e’ dal punto di vista dei dati essenziali c’e’ una buona tenuta della nostra Regione. Ci ha consentito di non chiudere i reparti ordinari”. Conclude De Luca.