L’espressione Nutraceutica, nata dalla fusione dei termini “nutrizione” e “farmaceutica”, indica quella disciplina che indaga tutti i componenti o i principi attivi propri degli alimenti che hanno effetti positivi sul corpo e sulla salute, al fine di prevenire o trattare specifiche malattie.La Nutraceutica, come scienza, consiglia l’inserimento di alcuni alimenti nell’alimentazione quotidiana al fine di tutelare il corpo o contrastare determinate malattie: la filosofia è quella di reperire dalla natura le risorse necessarie per “curarsi”.

Questo metodo scientifico può aiutarci a conoscere meglio determinati alimenti e a scoprire nel dettaglio che cosa succede quando assimiliamo determinati cibi, quali principi si attivano e con quali conseguenze reali sulla nostra salute.

La Nutraceutica, infatti, può aiutare a riconoscere, attraverso uno studio che incrocia biologia, chimica e medicina, lo stretto rapporto che intercorre tra abitudini alimentari e salute del corpo.

I Nutraceutici sono, dunque, quegli alimenti funzionali alla prevenzione e al mantenimento del benessere psicofisico: questi prodotti svolgono ruoli molto importanti per l’organismo, perché agiscono positivamente sul corpo e in maniera totalmente naturale.

Vediamone alcuni:

Acido Folico

Utile per prevenire forme di anemia e numerose altre patologie e particolarmente importante durante la gravidanza. Si tratta di un elemento essenziale alla vita dell’uomo: interviene nella sintesi degli acidi nucleici e nella formazione di materiale genetico e di cellule nel sangue; tutela il corretto funzionamento neuronale; stimola il fegato, migliora la circolazione e la vista

Antiossidanti

Utili per combattere i radicali liberi e le malattie cardiovascolari e neurologiche. Combattendo l’ossidazione all’origine dei radicali liberi, possono impedire gli effetti di reazioni che portano al danneggiamento delle cellule. Vengono inoltre usati come farmaci nel trattamento di varie forme di danni cerebrali (ischemia, traumi cranici e ictus) e tumori. Prevengono il calo delle difese immunitarie e la neurodegenerazione.

Omega 3

Definiti “grassi buoni”, gli omega 3 grassi svolgono azioni antinfiammatorie ed ipotensive; aiutano inoltre a tutelare il nostro organismo da patologie cardiocircolatorie. Questo elemento è assimilabile in maggiori quantità consumando pesce fresco, ma è anche presente in prodotti vegetali come olio e semi di lino, noci e nocciole, verdura a foglia verde.

Proantocianidina

Questo nutraceutico ha un’azione positiva per il benessere delle vie urinarie e agisce sul mantenimento della normale funzionalità dell’apparato.

Polifenoli e Flavonoidi

I polifenoli raggruppano un vasto gruppo di sostanze organiche naturali, come ad esempio i flavonoidi, ovvero pigmenti di origine vegetale. I flavonoidi influiscono positivamente sulla micro- circolazione sanguigna e linfatica, favorendo la protezione dei piccoli vasi venosi; rinforzano il sistema immunitario; sono funzionali alla prevenzione di diverse patologie soprattutto cardiovascolari, infiammatorie e neoplastiche.

Isoflavoni

Gli Isoflavoni sono sostanze di origine vegetale simili agli estrogeni che possono favorire la regolazione ormonale; svolgono inoltre un’azione protettiva nei confronti di alcune forme tumorali tipicamente femminili, come il tumore al seno.Riducono il tasso ematico di colesterolo e favoriscono una minore incidenza dell’osteoporosi dopo la menopausa.

Antocianine

Trattasi di pigmenti vegetali idrosolubili presenti nei fiori, nei frutti, nelle foglie o nei fusti di molte piante che assumono colore diverso – rosso, azzurro o violetto – a seconda della reazione dei liquidi cellulari in cui sono disciolti. Svolgono diverse funzioni protettive: antiossidante, antinfiammatoria, antinvecchiamento e anti radicali liberi a favore delle cellule del nostro organismo.