Nuovo decreto anti-covid. Stato, Regioni, Comuni (Anci) e Province (Upi) sono riunite per approntare le nuove misure. Oltre ai rappresentanti degli Enti locali partecipano in videoconferenza i ministri Gelmini, Bianchi, Speranza, Giovannini e Lamorgese. I provvedimenti, che saranno relativi –  tra l’altro – a coprifuoco, spostamenti tra regioni e sport, secondo la bozza del decreto saranno validi fino al 31 luglio. Il coprifuoco dovrebbe essere spostato alle 23 dalle 22 attuali.

Zone gialle

Tornano le zone gialle e arriva la «certificazione verde» per gli spostamenti tra le Regioni, si legge in una bozza, ancora suscettibile di modifiche, del decreto legge Covid atteso in Cdm domani. Le misure, scaglionate a partire dal 26 aprile come anticipato la scorsa settimana dal governo, dovrebbero quindi avere validità fino al 31 luglio. Fino a questa data infatti dovrebbe essere disposta la proroga dello stato d’emergenza Covid.

Spostamenti

Gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome collocati in zona arancione o rossa sono consentiti ai soggetti muniti delle certificazioni verdi, riferisce la bozza. Inoltre dal 1° maggio al 15 giugno 2021, nella zona gialla e, in ambito comunale, nella zona arancione, è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti e nel limite di quattro persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minorenni sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone con disabilità o non autosufficienti conviventi. Lo spostamento non è consentito nei territori nei quali si applicano le misure stabilite per la zona rossa.