Il primario di rianimazione dell’Ospedale del Mare di Napoli, Pio Zannetti, si è dimesso. Come racconta La Repubblica, ha salutato con una lettera i colleghi anestesisti e annunciato l’addio al presidio di Ponticelli. Zannetti è stato uno primari maggiormente impegnati fin dall’inizio nell’apertura della struttura fortemente voluta dal governatore, Vincenzo De Luca. Ma proprio dall’Ospedale del Mare nei mesi scorsi, nel momento più difficile dell’emergenza Covid-19, sono arrivate proteste per la mancanza di mezzi e uomini. Iniziò una polemica con De Luca – e in 103 firmarono la replica alle parole del presidente della Regione – che aveva definito farabutti alcuni medici. Parole che hanno indignato i rianimatori-anestesisti dell’ospedale di Ponticelli in prima linea contro un virus.

L’addio

“Sono andato a presentare l’istanza con preavviso di 90 giorni, ma per motivi tecnici che non ho capito e non voglio nemmeno capire – rivela nell’addio il primario – il direttore generale (che ringrazio per la sensibilità e la comprensione nell’accogliermi e comprendere le motivazioni), ha preferito che avessero decorrenza immediata. E quindi la Asl accetta di rinunciare al periodo di preavviso e, appunto dal 10 aprile, sono fuori”.