Aggredisce una ragazza nella stazione della Circum. Tenta di violentarla. Bloccata con la forza nel sottopasso della stazione, non riesce a muoversi. Lei urla, chiede aiuto. Un testimone si accorge di quanto sta avvenendo e lui viene arrestato. Andrà a processo con l’accusa di violenza sessuale F. G., stabiese di trentasei anni. Giudizio immediato per l’uomo in cella dal 20 gennaio. Dalla ricostruzione fatta dagli inquirenti, il giovane stabiese aveva un piano. Si siede accanto alla sua vittima sul treno della Circum diretto a Sorrento.

Le molestie

Comincia a molestarla. Un viaggio difficile per la vittima che deve difendersi da quel passeggero che non conosce. Poi il treno arriva a Pompei scavi, la ragazza scende alla
stazione, fuori l’aspetta la sorella. Ma l’uomo l’afferra e immobilizza. A salvarla arriva un testimone che chiama la polizia. Arrestato lo stabiese, ora dovrà difendersi dall’accusa di
avere aggredito e provato a violentare una ragazza colpevole solo di avere preso il treno sbagliato.