Tubi che avrebbero dovuto essere smaltiti trasformati in dispenser di cibo ed acqua per la gioia dei cani randagi di Somma Vesuviana. Pranzo e cena assicurati dall’amministrazione comunale con l’ausilio di volontari, ma anche dei cittadini, e postazioni video – sorvegliate. “L’obiettivo è evitare che cani randagi possano rovistare nei cestini o nelle buste, sporcando marciapiedi e strade”, spiega l’assessore al randagismo Rosalinda Perna.

I volontari

“Abbiamo trasformato tubature in vetroresina destinate allo smaltimento in distributori di cibo e di acqua per i cani randagi del nostro paese. Li abbiamo donati alla citta’ e domani li installeremo in via sperimentale”, dice infatti Mariarosaria Di Prisco, referente dell’associazione Cani di Somma. Il sindaco Salvatore Di Sarno ringrazia i volontari del territorio “per l’abnegazione con cui si occupano degli animali. I volontari si preoccuperanno di riempire i dispenser con le crocchette e con acqua. In questo modo si evitera’ l’imbrattamento dei marciapiedi con i vari contenitori di plastica. Iniziativa a costo zero per il Comune”.