Quarantena per sei cittadini (tra cui dei carabinieri) “assaliti” da un uomo di 47 anni. In preda a una irrefrenabile ira, ha cominciato a lanciare sputi contro gli si avvicinava. È accaduto ieri mattina in una strada del centro cittadino – via Pietro Carrese – a Castellammare di Stabia. Il forsennato ha scatenato il panico. Prima una lite in famiglia, con minacce ai congiunti e contro il portiere del suo palazzo, poi ha dato di matto. Proprio il custode di via Pietro Carrese ha compreso che la situazione era fuori controllo e ha deciso perciò di chiamare in aiuto le forze dell’ordine. Inutile provare a placare il 47enne, la sua “arma” è stata lo sputo a raffica contro chi tentava di avvicinarlo.

Sul posto sono giunti i carabinieri che poi hanno allertato il 118. L’uomo, non era in evidente stato confusionale e continuava a minacciare di morte tutte le persone presenti. Una volta calmato, con non poche difficoltà, lo hanno portato in ospedale, con l’applicazione di un “Trattamento sanitario obbligatorio” (Tso). All’accesso del pronto soccorso del San Leonardo, come di prassi, il cittadino è sottoposto a tampone rapido che ha rivelato la sua positività al Covid-19.