Un uomo si è presentato presso gli uffici del Commissariato San Paolo raccontando di aver rinvenuto una pistola nel giardino della sua abitazione in via Brigata Bologna. I poliziotti, giunti sul posto, hanno quindi sequestrato una pistola Walther P38 calibro 9. L’arma aveva inoltre la matricola abrasa ed era priva di caricatore. Ora sarà sottoposta a rilievi tecnici, appare compatibile con quella utilizzata lunedì scorso. Nel quartiere Fuorigrotta quel giorno l’omicidio di Antonio Volpe, 77 anni.

Il personaggio

La vittima è ritenuta dagli inquirenti legato alle famiglie malavitose Baratto-Bianco-Volpe, detti “i calascioni”, il 77enne assassinato ieri nel quartiere Fuorigrotta di Napoli. Un agguato di stampo camorristico finalizzato ad uccidere. Secondo quanto emerso dalle indagini era cognato di Antonio Bianco, uomo di fiducia di due fratelli ritenuti a capo del gruppo camorristico dei Baratto. I sicari sono entrati in azione a poca distanza dalla tabaccheria gestita dalla vittima. L’uomo era a piedi in strada, i sicari in sella a uno scooter. Sette i colpi esplosi, tre dei quali andati a segno, uno alla testa.