Finge di essere un maresciallo dei Carabinieri e si fa consegnare 6mila euro da un anziano 91enne ma, grazie all’intervento dei vicini, è arrestato. Un 18enne, napoletano, dovra’ difendersi dall’accusa di truffa aggravata. L’episodio e’ accaduto a Portici. Il 18enne, gia’ noto alle forze dell’ordine per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale, ha contattato via telefono l’anziano dicendo di essere un maresciallo dei Carabinieri e di aver arrestato suo figlio per aver provocato un incidente stradale. Ma, per evitare che il figlio andasse in galera, lui avrebbe dovuto pagare 6mila euro all’avvocato per le spese processuali.

La truffa

Il 91enne acconsente e attende l’arrivo di una persona per consegnare il denaro. A presentarsi a casa e’ proprio il 18enne che si e’ fatto consegnare i 6mila euro pattuiti. In pochi istanti l’anziano ha capito di essere stato truffato e ad alta voce ha chiesto aiuto ai vicini che hanno bloccato il 18enne e richiesto l’intervento dei Carabinieri. Su richiesta del 112, i militari dell’Arma della Stazione di San Giorgio a Cremano che erano poco distanti dal luogo in cui si e’ consumata la truffa, sono intervenuti arrestando il 18enne e riconsegnando il denaro all’anziano. Al momento il 18enne e’ agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.