Nelle province di Napoli e Salerno si sono registrate delle esondazioni a causa delle abbondanti piogge delle ultime ore. Tecnici, funzionari e volontari della Protezione civile della Regione Campania, della Sma e del Genio civile di Napoli e Salernoal lavoro l’intera notte. Interventi necessari per arginare le criticità provocate dal maltempo in particolare a Giugliano e a Nola, nel Napoletano, e a Castel San Giorgio, Roccapiemonte e San Marzano sul Sarno nel Salernitano. A Giugliano, il sindaco ha disposto l’evacuazione di nove famiglie le cui abitazioni si trovavano a ridosso di allagamenti nella zona di Varcaturo.

La Protezione Civile

La Protezione civile regionale ha inviato squadre di Sma Campania dotate di idrovore a supporto dei vigili del fuoco e dell’amministrazione comunale, mentre i carabinieri hanno garantito il presidio delle villette nel corso della notte. A Nola, invece, il Genio civile di Napoli ha provveduto, con l’ausilio della Sma, a supportare il Comune nello svuotamento dell’alveo in località Ponte Poverelli dove risultava ridotto il deflusso dell’acqua. E’ stato necessario lavorare con escavatori. Idrovore al lavoro anche a Castel San Giorgio e a Roccapiemonte per l’esondazione della Solofrana e a San Marzano per l’esondazione del Sarno. Qui gli interventi sono stati coordinati dal Genio civile di Salerno. La situazione sta tornando alla normalità. Il Centro funzionale e la Sala operativa di Protezione civile della Regione Campania proseguono il lavoro in modalità h24.