Un uomo arrestato ieri mattina a Napoli per aver aggredito gli agenti della Polizia municipale che lo avevano invitato a indossare la mascherina. Il fatto è avvenuto in via Venezia, nei pressi della Stazione centrale. L’uomo era sprovvisto di mascherina e gli agenti dell’Unità operativa San Lorenzo, in servizio per i controlli sul rispetto della normativa anti Covid, lo hanno invitato più volte a indossare il dispositivo di protezione. Finendo però aggrediti violentemente. Gli agenti sono riusciti a immobilizzarlo e ad arrestarlo. Durante i controlli è emerso inoltre che lo stesso aveva con sé un coltello da 18 centimetri. Gli agenti feriti hanno dovuto ricorrere all’assistenza medica e sono stati trasportati in ospedale.

L’uomo arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e porto illegale di arma da taglio è processato per direttissima e condannato a 10 mesi con obbligo di firma. “Questi episodi – dichiara l’assessore Alessandra Clemente – non sono tollerabili. Ne discuteremo presto in sede di tavolo per l’ordine pubblico e la sicurezza presso la Prefettura. Intanto esprimo tutta la mia vicinanza agli agenti feriti, loro sono l’orgoglio di questa amministrazione perché sempre in prima linea”.