Martedi’ 2 e venerdi’ 5 marzo diversi comitati no Dad della Campania hanno proclamato due giornate di disconnessione per protestare contro lo stop alla scuola in presenza imposto dal presidente regionale Vincenzo De Luca fino al 14 marzo. “Per protestare contro l’ennesima chiusura della scuola e il persistere dell’anomalia campana, si stanno organizzando incontri di apprendimento territoriale – spiega in una nota il comitato Usciamo dagli schermi – Perche’ la scuola ha chiuso, ma noi ci rifiutiamo di recludere, ancora una volta, i nostri figli e le nostre figlie dietro ad uno schermo che li spegne giorno dopo giorno, lasciandoli prede della distrazione, della demotivazione, dell’ansia, dell’apatia”.

“Non accettiamo la chiusura”

“Ci rifiutiamo di accettare una chiusura decisa ancora una volta senza una reale motivazione epidemiologica e fuori dal quadro normativo nazionale. Ci rifiutiamo di sacrificare il diritto all’istruzione sull’altare dell’interesse politico e di un uso strumentale dell’emergenza sanitaria. Disconnettiamoci! La Scuola e’ a scuola!”, conclude il comitato.